martedì 26 luglio 2011

gatta da pelare ...


Angela Grazia Scarfò

In Italia sono moltissimi i ragazzi cosiddetti di “interesse Nazionale” cioè quei ragazzi che si distinguono nelle loro regioni o macroaree per il bagaglio tecnico-agonistico. Ci sono bambini di prima, seconda, terza fascia. Le fasce poi vengono suddivide in gruppi e così via. Queste classifiche provvisorie di solito vengono stilate dai Tecnici Federali responsabili delle macroaree e ad essere sinceri ci azzeccano quasi sempre.

Poi c’e il fattore del luogo in cui un giocatore nasce, delle strutture a disposizioni, delle distanze enormi per partecipare ai tornei, del tempo a disposizione dei genitori e soprattutto dalla disponibilità economica.


Alla fine c’e una legge che nessuno può ignorare che è quella della campo.
La legge del campo sta dando ragione alla giovane promessa della Calabria Angela Grazia Scarfò.


La ragazzina di Crotone (Under 14 classifica 3.5), allenata dagli Istruttore Anna ed Adriano Pirillo, supportata dalla grande passione dei genitori, ha ottenuto ultimamente risultati di tutto rispetto.

Semifinale al Torneo di Natale di Bari; Quarti di finale al Lemon bowl di Roma; Vincitrice del Torneo di Macroarea di Napoli; Vincitrice del Torneo di Macroarea di Rende; Semifinalista al Torneo di Macroarea di Brindisi; Si è qualificata nel tabellone principale al Torneo Internazionale di Roma, Campionessa Regionale di categoria in Calabria, Campionessa Regionale di 3° categoria.

Gli Istruttori di Angela con molta umiltà, rara in questo ambiente, da un po’ di tempo consigliano i genitori di trasferire la ragazzina in una struttura più idonea e qualificata. Al contrario i genitori, e a ragion veduta hanno fatto bene, gli hanno confermato la massima fiducia.
La ragazzina continua a vincere e a crescere tecnicamente.
Però c’è l’esigenza di allenarsi con atleti dello stesso livello e della stessa età e questo a Crotone, centro "tennisticamente" isolato, non è possibile.

La Federtennis per migliorare l’offerta tecnica in tutto il territorio nazionale, con l’obbiettivo di seguire e favorire il confronto fra allievi di notevole interesse, senza che vengano loro imposti lunghi spostamenti, ha istituito ultimamente i Centri di allenamento periferici.


La Scarfò meritatamente è stata inserita nel Centro Tecnico di Reggio Calabria.


Peccato che per raggiungere Reggio Calabria da Crotone ci vogliono più di tre ore di macchina, solo andata.

BELLA GATTA DA PELARE PER I GENITORI

Regolamento PIA Biennio 2011-2012



Grandi novità nel Progetto dei Piani Integrati d’Area.

La FIT intende continuare a regolamentare e a migliorare l’offerta tecnica in tutto il territorio nazionale attraverso i PIA 2011-2012 che prevedono la creazione di consorzi provinciali con l’obiettivo di favorire l’aggregazione fra circoli e il confronto fra allievi senza che vengano loro imposti lunghi spostamenti.

I PIA 2011-2012 prevedono anche la ristrutturazione e la riorganizzazione delle Scuole Tennis aderenti attraverso la partecipazione allo sviluppo del progetto “Sistema Italia”.

Verranno cioè individuate strutture di caratteristiche adeguate a ospitare con regolarità allenamenti riservati agli allievi Under 15 selezionati dal Settore Tecnico Nazionale (STN) e corsi di formazione e aggiornamento per Istruttori di 1° e 2° grado, Maestri e Tecnici Nazionali. Tali strutture saranno denominate “Centro di Allenamento e Formazione Periferico”.

Il progetto PIA 2011-2012 prevede inoltre la creazione di un Centro di Aggregazione Provinciale o Interprovinciale per ogni consorzio. Tale Centro dovrà ospitare regolarmente raduni e allenamenti riservati agli allievi under 11.

Ogni consorzio deve affidare a un Maestro Nazionale o ad un Tecnico Nazionale la responsabilità dell’attività del Pia e di quella Provinciale (raduni e PIA Cup Under 9, Raduni e Coppa delle Province Under 11) sulla base delle indicazioni del Board Strategico del Settore Tecnico Nazionale. I Centri di Aggregazione Provinciali faranno riferimento ai Centri di Allenamento e Formazione Periferici Regionali e Interregionali riservati agli Under 15 e coordinati dai Tecnici della società Mario Belardinelli.

I Centri Regionali, a loro volta, avranno come struttura di riferimento il Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia. Attraverso i PIA la FIT intende continuare a promuovere fra i giovani la diffusione dei valori morali dello sport e il rispetto per i regolamenti e per la maglia azzurra.

domenica 24 luglio 2011

Tutto sui Campionati Italiani Individuali Giovanili

Clicca
http://www.federtennis.it/CampionatiNazionali.asp?CodiceTorneo=CAMPIONATIINDIVIDUALI


Troverete:
Sede di gioco
Regolamento
Elenco iscritti tabellone principale
Elenco iscritti tabellone qualificazione

sabato 23 luglio 2011

Corro anch'io



COME DIFENDERSI DAI GENITORI ULTRA'
L'incapacità di educare alla cultura della sconfitta porta a perdere nella vita
MABEL BOCCHI
Partite giovanili: risse, bestemmie, offese gratuite, perenni conflitti tra arbitri e genitori con questi ultimi che non si rassegnano al ruolo di spettatori e che, addirittura, ripudiano quello di educatori. Il fenomeno dei genitori-tifosi, che spesso oltrepassano il limite della decenza, è in crescita esponenziale. Ma come mai? Una risposta la fornisce Annamaria Meterangelis, ex nazionale jr di basket, piscologa e docente di Psicologia dello sport a Cassino. (Tutti vogliono vincere e una sconfitta nello sport viene vissuta come se fosse una sconfitta nella vita. Ora vige la legge della prevaricazione, della prepotenza della conquista facile e, di fronte alla sconfitta, si vivono drammi esagerati).
DISTURBI DI CRESCITA Molti genitori non riescono ad accettare che i loro figli si divertano, si confrontino correttamente e, perchè no, perdano. Il partito dei genitori che vogliono la vittoria a tutti i costi è purtroppo prevalente e così ci ritroviamo in campo undicenni che, scimmiottando i campioni, inscenano simulazioni, insultano i compagni, avversari e arbitri, provocano scontri. Ma le conseguenze di simili atteggiamenti non si limitano a questi siparietti più o meno squallidi. Famiglie e genitori "disturbati" produrranno bambini e poi adulti disadattati. E atleti incapaci di affrontare le ansie della gara e l'estrema aleatorietà che permea tutto il fatto sportivo. In poche parole atleti perdenti. (E' ormai accertato in psicologia che, per una crescita equilbrata, occorre avere interiorizzato la certezza dell'amore materno e una sana identificazione emulativa con l'immagine paterna. Viceversa eccessiva severità o permissività, rifiuto o alienazione esercitano un'incidenza negativa sulla personalità in evoluzione).
LA CULTURA DELLA SCONFITTA Lo sport serve perchè s'impara oltre che a vincere anche e soprattutto a perdere e vincere vuol dire impegnarsi al meglio, affrontare le difficoltà impreviste.
(Una "sana" cultura della sconfitta ha dentro di sè alcuni valori formativi, poichè costituisce l'occasione per rielaborare "vissuti" esperienziali - precisa Meterangelis - con la consapevolezza che ci saranno altre occasioni per sperimentasi. Lealtà, solidarietà, sacrificio, rispetto delle regole e dell'avversario, accettazione della sconfitta sono valori che stimolano e regolano il proprio comportamento, che insegnano a gestire emozioni ed affettività, che contribuiscono a migliorare la relazione con se stessi e con gli altri, aiutano la costruzione dell'autostima e conducono in modo naturale a una maturità consapevole ed equilibrata).
GLI ATTEGGIAMENTI PIU' COMUNI E GLI ERRORI DA NON COMMETTERE
---------------------------------------------------------------------
LE TIPOLIGIE DI GENITORE (Genitori Iperesigenti)
Le loro aspettative sono molto forti e tendono a spingere il figlio continuamente verso la perfezione e l'eccellenza.
I COMPORTAMENTI ( Ipercritico)
Una mamma sugli spalti della piscina con il cronometro, registra i tempi del figlio e alla fine dell'allenamento lo tedia con la lista degli errori che, a suo dire, avrebbe compiuto.
LE CONSEGUENZE SUI FIGLI (Complessi di inferiorità)
Ciò scatena nel bambino un senso di ansia, complessi di inferiorità, insicurezze e un percorso sempre in salita che porta a una chiusura in se stesso.
--------------------------------------------------------------------
LE TIPOLOGIE DI GENITORI (Genitori identificatori)
Considerano il figlio come un prolungamento di se stessi e si attendono quelle realizzazioni che non sono stati in grado di raggiungere.
I COMPORTAMENTI (Competitivo)
Padre grassoccio e figlio 11enne, sua copia, sul tapis roulant. Padre con resistenza minima, figlio massima. Il bambino sta per stramazzare. L'istruttore evita il peggio.LE CONSEGUENZE SUI FIGLI (Problemi d'identità)
Il bambino costretto ad identificarsi con l'immagine che i genitori hanno di lui, avrà grandi difficoltà a creare una propria identità.
----------------------------------------------------------------------
LE TIPOLOGIE DI GENITORE (Genitori dominatori)
Sono molto severi, punitivi, assillano il figlio con minacce e continue sollecitazioni, lo spingono verso un rendimento sempre ottimale e verso l'ubbidienza e la sottomissione.
I COMPORTAMENTI (Sadico)
Minibasket: un tizio sulle scalinate ogni volta che il play tocca la palla urla "corri ciccione". Poi si scopre che l'urlatore è il padre del ciccione, che peraltro è anche magro.
LE CONSEGUENZE SUI FIGLI (Insicurezza)
Il bambino avrà così una scarsa autonomia di pensiero e maturerà un (io) alquanto debole e bisognoso di conferme.
-----------------------------------------------------------------
LE TIPOLOGIE DI GENITORI (Genitori Iperindulgenti)
Sono quelli, al contrario, troppo permissivi e iperprotettivi, che tendono ad evitare ai propri figli ostacoli e difficoltà.
I COMPORTAMENTI (Assolutorio)
Calcio 3° cat.: l'arbitro dà una punizione. Un giocatore, al massimo 13enne, esprime il proprio disappunto con una bestemmia. Il padre applaude e impreca a sua volta.
LE CONSEGUENZE SUI FIGLI (Dipendenza)
Anche in questo caso il bambino diventerà dipendente, maturando una personalità debole e insicura.
-----------------------------------------------------------
LE TIPOLOGIE DI GENITORI (Genitori antagonisti)
Sono genitori che presumibilmente hanno rifiutato "psicologicamente" il figlio.
I COMPORTAMENTI (Demolitore)
Calcio: un genitore passa tutti i 90' a leggere il giornale fregandosene delle gesta del figlio, salvo poi rivolgerglisi alla fine: "sei proprio una pippa, è meglio che cambi sport".
LE CONSEGUENZE SUI FIGLI (Aggressività)
Questa non accettazione, inconsapevolmente, porta a comportamenti aggessivi.
--------------------------------------------------------
Autore: Mabel Bocchi - pubblicato sulla Gazzetta dello Sport - venerdì 26 ottobre 2007

Tennis Club Vallenoce Lauria Lagonegro



5° Memorial "Rosangela Mazzeo"




Le iscrizione scadono alle ore 20:30 del 26 Luglio 2011.









martedì 19 luglio 2011

Centro Federale di Potenza

Foto:
Domenico Volturo
Presidente Federtennis Basilicata

Hanno avuto inizio i lavori di ristrutturazione dell'impianto tennistico di via Racioppi (Potenza) gestito dal Comitato Regionale Fit Basilicata.
Tali lavori, oltre che risolvere alcuni problemi contingenti ma in ogni caso importanti, avranno come clou la realizzazione dell'impianto di riscaldamento del 1° campo coperto, che ne è sprovvisto fin dalla sua costruzione, il rifacimento del fondo del medesimo campo, nonchè la realizzazione del sistema di aerazione del 2° campo di recente costruzione.
Il Presidente del Comitato Regionale Fit Mimmo Volturo, in più di una occasione ed a nome dell'intero Consiglio Regionale Fit, ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto grazie soprattutto all'interessamento del Sindaco del Capoluogo Vito Santarsiero e di tutta l'Amministrazione Comunale.
Nella prossima stagione invernale le società Affiliate alla Federtennis del Capoluogo e dell'intera Regione potranno usufruire di di due strutture coperte entrambe dotate di impianto termico. Considerato che la struttura, come si è prefisso il Comitato Regionale Fit fin dal suo insediamento, sarà destinata principalmente al tennis giovanile, il riscaldamento del 1° campo colmerà una lacuna che procurava non pochi problemi alle società Affiliate che utilizzavano, d'inverno, l'impianto Federale.

lunedì 18 luglio 2011

Valerio Mennone e Gabriele Galeazzo Campioni Regionali

Gabriele Galeazzo
Circolo Tennis Matera
Campione Regionale Under 11
Fase Nazionale dal 23 al 28 agosto
Centro Federale Serramazzoni
Valerio Mennone
Circolo Tennis Pisticci
Campione Regionale Under 12
Fase Nazionale dal 6 al 11 settembre
Tennis Club Milano Bonacossa



























5° Trofeo Memorial Rosangela Mazzeo - Lauria












Angela Scarfò Campionessa Regionale

Circolo Tennis Lamezia Terme

Campionati Assoluti Regionali Femminili Calabria Terza Categoria
.
Semifinale
Angela Scarfò vs. Lucia Saturno 6-0 6-0
Finale
Angela Scarfò vs. Daniela Oppedisano 6-2 7-5

domenica 17 luglio 2011

CAMPIONATI ASSOLUTI DI BASILICATA 2011: Marco Castello si riconferma campione regionale

dal sito http://www.pisticcitennis.com/


Grande qualità e grandi giocate di tennis non sono bastate al giocatore di casa Gabriele Selvaggio ad avere ragione di un coriaceo Marco Castello ( Tc Gingles Potenza) che così si riconferma campione regionale assoluto anche per l'anno in corso.

Il macth era cominciato male per Gabriele, subito sotto per 3 a zero, incerto, timoroso e molto teso per la responsabilità di giocare una finale così importante sui campi di casa e davanti al proprio pubblico. Pian piano però l'atleta pisticcese prendeva fiducia e si avvicinava nel punteggio al suo avversario fino a raggiungerlo sul 5 pari. La maggiore continuità e la nota solidità di Marco Castello consentivano all'atleta potentino di chiudere il set con il punteggio di 7 a 5.
Nella seconda frazione prendeva a comandare il gioco Gabriele Selvaggio con un numero sempre più importante di dritti vincenti, poderosi ed imprendibili; ma un numero altrettanto importante di errori gratuiti, soprattutto nei momenti più delicati, consentiva ancora una volta a Castello di vincere il secondo set per 6 a 4 e quindi la partita. Eppure Gabriele Selvaggio ha avuto molte occasioni per incrementare il suo score nel secondo set sciupando più volte le palle per il 3 a 1 a suo vantaggio e per il 5 a 3.
Soddisfatto però papà Donato che non ha nulla da rimproverare a Gabriele che ha dimostrato grinta e voglia di giocare sfoderando a tratti un tennis di alto livello compromesso soltanto da una discontinuità che solo allenamenti costanti e mirati possono contrastare.
Alla premiazione hanno partecipato, oltre al Presidente del sodalizio Michele Leone che ha ricordato i successi dell'annata sportiva in corso per il Circolo Tennis Pisticci ( vittoria della D1 maschile con promozione in serie C, il titolo individuale regionale di Valerio Mennone Under 12, la finale del campionato di serie A2 femminile, i titoli under 12 e under 18 individuali persi in finale rispettivamente da Roberta Tudosa e Deborah Donadio), il Presidente del Comitato Regionale Fit Domenico Volturo, i consiglieri regionali Fit Isabella Rocco e Gerardo Galeazzo, il Giudice Arbitro della manifestazione Michele Paolicelli, il Direttore del Torneo Angela Grieco e, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale, l'Assessore allo Sport Francesco Laviola. Quest'ultimo prendendo la parola ha riaffermato con forza i valori dello sport in termini di aggregazione sociale e sviluppo della persona nella sua interezza.
Complimenti quindi a Marco Castello e al suo papà Matteo, presente alla finale, che ha voluto ringraziare il Circolo ospitante per la manifestazione ma soprattutto per la sua capacità di matenimento dei due campi in terra battuta che rappresentano per la regione, insieme al Ct Matera, l'unica alternativa alle superfici in duro e il risultato di un duro e dispendioso lavoro di conservazione.

Ringraziamenti Leone

Michele Leone - Presidente Circolo Tennis Pisticci

video

Ringraziamenti Volturo


Domenico Volturo - Presidente Comitato Regionale Basilicata

video


video

Immagini da Pisticci


Campionati Regionali Assoluti Maschili


















































































































































































































venerdì 15 luglio 2011

Finale: Marco Castello vs Gabriele Selvaggio


Campionati Assoluti Regionali Maschili
Scritto da Michele Leone

Pronostico pienamente rispettato: saranno Gabriele Selvaggio del Circolo Tennis Pisticci e Marco Castello del Tc Gingles Potenza a disputare domani la finale dei Campionati Assoluti Regionali in svolgimento presso i campi del Circolo Tennis Pisticci dal 9 luglio.
L'atleta pisticcese ha avuto ragione di un coriaceo Minervino con il punteggio di 6.1 7.5; dopo un brillante primo set chiuso senza difficoltà Selvaggio subiva nel secondo il ritorno dell'atleta lauriota che perdeva anche il secondo set ma solo di misura.
Nessuna storia invece nell'altra semifinale che ha visto la testa di serie n.1 del seeding Marco Castello prevalere con un punteggio nettissimo, 6.0 6.0, che punisce oltre misura Silvano Dal Sasso del Circolo Tennis Matera che non è riuscito ad entrare in partita subendo costantemente il gioco più potente e brillante del suo avversario.
Domani quindi dalle ore 18.00 la finale più attesa e maggiormente rispondente ai valori tecnici espressi dal torneo: il diciassettenne Gabriele Selvaggio proverà a regalare a se stesso e al suo Circolo il trofeo del miglior giocatore lucano dell'anno 2011, sostenuto dai suoi fans che numerosi lo hanno accompagnato anche oggi nella vittoriosa semifinale contro Giovanni Minervino.
Alla finale e alla cerimonia di premiazione parteciperanno tra gli altri l'assessore allo sport del Comune di Pisticci Francesco Laviola, il Presidente della Fit di Basilicata Domenico Volturo accompagnato dal Vicepresidente Michele Casamassima e dai consiglieri regionali Isabella Rocco e Gerardo Galeazzo, il Giudice Arbitro Michele Paolicelli, il suo assistente Michele Leone e il direttore del Torneo Angela Grieco.
A tutti l'invito a partecipare sicuri di offrire uno spettacolo dai contenuti tecnici ed agonistici elevati.

GIUNTA NAZIONALE DEL CONI


dal sito http://www.federtennis.it/

La solidarietà di Petrucci al Presidente Binaghi

Si è tenuta questa mattina al Foro Italico la 993ª riunione della Giunta Nazionale del CONI. Il Presidente Petrucci ha aperto i lavori prendendo atto della sentenza dell'Alta Corte di Giustizia, in merito alla controversia SAI ROMA/FISI, che ha determinato l'annullamento dell'Assemblea Elettiva della Federazione Italiana Sport Invernali, svoltasi il 24 aprile 2010. Dopo un approfondito esame della situazione è stato deciso, all'unanimità, di nominare Franco Carraro Commissario Straordinario della FISI, in via d'urgenza e con effetto immediato. La Giunta ha sottolineato la bontà della scelta anche in chiave internazionale, ricordando la candidatura di Cortina per i Mondiali di sci del 2017 e i relativi adempimenti da formalizzare nei prossimi mesi. Si è quindi proceduto al commissariamento della Federazione Italiana Gioco Bridge, a causa di accertate inadempienze amministrative. La Giunta ha nominato Marcello Marchioni quale Commissario Straordinario. Petrucci ha successivamente affrontato la tematica relativa alla denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Cagliari nei confronti del Presidente della Federazione Italiana Tennis, Angelo Binaghi, a seguito dell'esclusione di due giovani atleti da alcune manifestazioni tennistiche. La Giunta ha condiviso con il Presidente il rispetto del lavoro e dell'autonomia della magistratura, sottolineando però l'importanza della salvaguardia del principio di autonomia delle Federazioni ed esprimendo quindi solidarietà al numero uno della FIT. I lavori si sono chiusi con un breve approfondimento sull'accoglimento, da parte del TAR, del ricorso presentato dalle Federazioni in merito all'elenco ISTAT.

giovedì 14 luglio 2011

Fase di Macroarea Campionati a squadre Under 12 Maschili









clicca sull'immagine

CAMPIONATI ASSOLUTI REGIONALI: domani le semifinali




Scritto da Michele Leone
Sarà Giovanni Minervino del Tc Vallenoce Lauria a sfidare Gabriele Selvaggio nella prima semifinale dei Campionati Regionali Assoluti in corso di svolgimento presso il Circolo Tennis Pisticci.
Infatti l'atleta lauriota ha battuto il forte Vincenzo Solimeno del Ct Matera con il punteggio di 7.6 6.2.
Pure in due set, ma con uno score molto più netto, l'altro atleta materano Silvano Dal Sasso ha avuto ragione di Michele Di Melfi dello Sportin Club Angilla Vecchia di Potenza con il punteggio di 6.0 6.0.
Domani quindi alle 18.00 la prima semifinale tra Selvaggio e Minervino a cui farà seguito la seconda semifinale tra la testa di serie n.1 Marco Castello del Tc Gingles Potenza e Silvano Dal Sasso.


CAMPIONATI REGIONALI ASSOLUTI MASCHILI: sesta giornata di gare











Scritto da Michele Leone

La sesta giornata di gare degli Assoluti regionali maschili in corso di svolgimento presso i campi del Circolo Tennis Pisticci decreterà domani 14 luglio gli avversari che dovranno incontrare le due teste di serie, Marco Castello del Tc Gingles Potenza e Gabriele Selvaggio del Ct Pisticci che aspettano di giocare così la loro prima partita il successivo venerdi 15.
Intanto oggi nei quarti di finale, nella parte alta del tabellone Silvano Dal Sasso del Ct Matera ha battuto nettamente Enrico Mazziotta del Tc Val D'Agri per 6.0 6.0, il potentino Michele Di Melfi (sp. Club Angilla Vecchia) ha regolato in un macth più combattuto l'altro potentino Luca Croglia (Tc Gingles) per 6.4 6.4.
Nella parte bassa Giovanni Minervino del Tc Vallenoce Lauria ha avuto ragione agevolmente del montalbanese Berardino Torraco, mentre ha dovuto faticare molto il materano Vincenzo Solimeno (Ct Matera) per avere ragione dell'altro potentino del Tc Gingles Giovanni Cillo, che ha perso con il punteggio di 6.7 6.3 6.3 a favore di Solimeno dopo una lunga e combattuta partita.





martedì 12 luglio 2011